martedì 7 ottobre 2008

La me patria

di Turi Lima


La me patria è sta terra ca mi fici,
unni jittài lu primu lamentu,
unni l' aceddi vòlanu filici,
unni chiù chiaru è lu firmamentu.
La me patria su' st' àrvuli ciuruti;
stu mari azzurru, lìmpidu e lucenti,
li glòrii di li sèculi pirduti,
è Mungibeddu ccu lu focu ardenti.
La me patria è la fami, è lu duluri
di stu pòpulu sempri marturiatu,
sunu li peni, sunu li turturi
e li làcrimi amari c' ha' jittatu
sutta la mmorsa di lu sfruttaturi:
e a sta patria ci dugnu lu me ciatu.

FONTE: A Rarika

3 commenti:

Anonimo ha detto...

La pluri-millenaria nazione Siciliana non ha niente in comune col l'italietta tranne che 148 anni di schiavitu` sotto gli italici. La nostra storia millenaria ci insegna che la Sicilia e i Siciliani sempre aspirano ad essere indipendenti!!!! Quello che sta iniziando adesso non e` altro che l'inizio della nostra riscossa di popolo e nazione verso la nostra vera liberta` di popolo e nazione Siciliana!!! Non dobbiamo dimenticare che noi Siciliani siamo gli eredi di Cocalo,Ducezio,Dionisio, Archimede, Empedocle, Ermocrate ,Diodoro Siculo,Euno, Ruggero I, Ruggero II, Federico II, Federico III, Ruggero Settimo, Verga, Bellini,Ibn Hamdis, Guido delle Colonne, Giacomo da Lentini, Pirandello, Sciascia, Quasimodo, Giuliano,Nino Martoglio, Tomasi di Lampedusa, Antonio Veneziano,Giovanni Meli, Antonello da Messina,Sigismondo d'India, Alessandro Scarlatti,e tanti altri grandi Siciliani. Viva La Sicilia ed Il Popolo Siciliano!!

Orazio Vasta ha detto...

Senza preamboli e politichese,i nazionalitari di questo blog non siamo "autonomisti" e neanche "separatisti".
Appunto,siamo "nazionalitari".
Ci poniamo come area d'opinione-non siamo un movimento politico,per adesso...-e non c'identifichiamo con nessun partito o movimento "sicilianista"o "indipendentista"...
Abbiamo seguito con interesse la proposta del Partito del Sud, siamo apertamente amici del Fronte Nazionale Siciliano e abbiamo una corsia preferenziale con Roman Clarke(Mis)...ma non facciamo parte di queste forze politiche....
Quando sosteniamo che siamo contro il "partito unico" della Trinakria,non intendiamo dire che siamo contro l'UNITA' di quest'area. Anzi,sosteniamo che nella sua OGGETTIVA diversità storica,ideologica,religiosa e strutturale sta la vera UNITA' di un'aera eterogenea che mira all'indipendenza della Sicilia.
Le ammucchiate "siamo tutti fratelli" non c'incantano! E,politicamente,sono destinate alla sconfitta.
Com'è già successo!
L'UNITA' DELL'AREA INDIPENDENTISTA-noi preferiamo chiamarla NAZIONALITARIA-non si costituisce con le "ammucchiate" o le "annessioni",ma con il percorso da compiere dentro il sentiero della LOTTA NON-VIOLENTA PER L'AUTODETERMINAZIONE,AUTODETERMINAZIONE CHE DEVE ESSERE LIBERAZIONE SOCIALE e non solo conquista dell'Indipendenza nazionale...
A RARIKA

Pippo Barbagallo ha detto...

Mio padre,da giovanissimo incontrò Venero Maccarrone,che poi diventerà "Turi Lima",il poeta della Sicilia che non s'arrende.Assieme,papà e Venero, militavano nella Lega Giovanile Separatista,il movimento giovanile dell'eroico Mis-Movimento indipendentista siciliano-che dal 1943 al 1948 fece tremare lo Stato unitario...Erano giovanissimi,papà e Venero,erano carusi che a causi a cutta,ma avevano nel cuore l'ardente amore per la Sicilia...Poi,mio padre divenne medico,Venero s'impegno nel campo giornalistico e letterario...Mio padre è morto prima di so "frati" Venero...uno a Trecastagni,papà,Turi Lima a Mascalucia...Negli ultimi anni non si sono più visti,dal 10 dicembre 1996,stanno di nuovo insieme,e questa volta per sempre,per continuare dall'alto dei cieli la loro battaglia per la Sicilia ai Siciliani!
Pippo Barbagallo

barbagallopippo@libero.it